Dal 15 giugno non esisterà più il roaming nei paesi dell’Unione Europea

Se ne parlava da tanto tempo e alla fine il Parlamento Europeo è riuscito nel suo intento: a partire dal 15 giugno 2017 non esisterà più il roaming all’interno dei paesi che compongono l’Unione Europea. Le tariffe applicate da chi telefonerà dall’estero saranno le stesse previste per il paese di appartenenza.

Sostanzialmente, chi disporrà di una scheda sim a consumo si vedrà applicata la stessa tariffa al minuto sia che telefonerà dall’Italia che dall’estero. Coloro i quali invece disporranno di un abbonamento che prevede minuti, sms e traffico dati, li potranno utilizzare per chiamare da qualsiasi paese facente parte dell’UE.

Attenzione però a non fare i furbi. Chi cercherà di sfruttare talune offerte più convenienti di altri paesi utilizzandoli nel proprio paese di residenza sappia che potrà essere obbligato a pagare una sorta di tassa aggiuntiva, previa diffida. Non ci resta che attendere i pochi giorni che ci separano dal 15 giugno per chiamare anche dall’estero senza costi aggiuntivi.