HomeScienza & TecnologiaCome fare la barca di San Pietro?

Come fare la barca di San Pietro?

La notte fra il 28 e il 29 giugno la magia della barca di San Pietro si ripete.

A ridosso del Solstizio d’estate, il suggestivo ed etereo veliero nella bottiglia affascina ancora grandi e piccini, da Nord a Sud della nostra penisola. Per questo il web pullula di tutorial e racconti che spuntano da ricordi d’infanzia mescolati alla tradizione folkloristica italiana più resistente.

Vuoi saperne di più?

Seguimi.

In questa ricetta magica ti solo servono albume d’uovo e acqua, ma lo storia che cela è davvero coinvolgente!

La storia della barca di San Pietro: incanto e tradizione

Quando sia iniziato questo incantesimo non lo sappiamo.

Si perde nella notte dei tempi. Probabilmente molto prima delle più antiche tracce scritte.

Probabilmente nell’ottavo secolo dopo Cristo.

Ma la tradizione, sembra, sia da consegnare nelle zelanti mani dei benedettini.

Il culto di San Pietro capo indiscusso della Chiesa, infatti, risale al medioevo quando, appunto, i monaci iniziarono a diffonderlo in Lombardia e poi in tutto il resto della penisola.

Intorno alla ricorrenza sono nate tantissime leggende.

Nel giorno di San Pietro, infatti, è attesa una tempesta, o mare grosso. perché il diavolo avrebbe promesso alla madre del Santo di uscire dall’Inferno. Da qui le credenze secondo cui, la notte è pericoloso uscire a pesca o che la madre pretenderebbe un sacrificio umano.

Le leggende nel tempo si sono moltiplicate ma la tradizione della barca di San Pietro, nel corso dei secoli è rimasta inalterata.

Così come la sua fascinazione.

La magia

La tradizione vuole che nella notte fra il 28 e il 29 giugno, le donne riempivano di acqua un contenitore di vetro trasparente dal collo lungo e, una volta sistemato in mezzo al prato, facevano colare l’albume dell’uovo di gallina più grande deposto quel giorno.

La ricetta e il metodo, nel tempo è rimasta inalterata e se, vuoi assistere al miracolo, questo è tutto quello che devi fare. La notte e la rugiada faranno il resto.

La mattina seguente l’albume prenderà le sembianze delle vele di un veliero.

Attenzione, però.

Secondo la tradizione la trasformazione può avvenire solo durante questa notte e la magia è destinata a dissolversi allo scoccare del mezzogiorno

Significato veliero

Nel tempo l’usanza ha assunto significati divinatori. Soprattutto nel mondo contadino.

La forma delle vele, infatti, per gli agricoltori era predittiva delle condizioni metereologiche dell’estate appena iniziata.

Le vele aperte predicevano sole mentre vele sottili e chiuse pioggia.

In generale un bel veliero, ben formato, era un buon auspicio per raccolti abbondanti in tutto l’arco dell’anno.

La funzione della tradizione

Si pensa che questa usanza sia legata alla credenza secondo la quale San Pietro, durante la sua ricorrenza, volesse manifestare la vicinanza ai suoi fedeli.

Questo avrebbe contribuito a diffondere la fede in Cristo nel mondo.

In altri paesi, molto più vicini alle trazioni pagane e alla letteratura antica, invece, si crede che la barca ricordi la barchetta con cui San Pietro, come un novello Orfeo, sia sceso negli Inferi per liberare la madre.

La spiegazione scientifica della barca di San Pietro

A farla da padrone è la metereologia, la densità e la fisica.

Poco romantico?

No.

Direi piuttosto diversamente affascinante.

Il fenomeno avviene non solo in quella notte, ma anche nei giorni immediatamente prima e dopo.

Lo stesso caldo di giorno e fresco la notte, complice l’umidita, sono gli artefici principali. A cui si associano la densità dell’albume (di poco superiore all’acqua) e la differenza di temperatura fra l’acqua e il terreno su cui poggia la bottiglia.

L’acqua riscaldata del calore che si sviluppa dal terreno o dalla superficie ( davanzale, pavimento del terrazzo..) tende a spostarsi verso l’alto generando moti convettivi che tendono a trascinare con sè la chiara d’uovo più pesante.

Questo fenomeno genera filamenti che assumono la foggia di vele.

Se il calore è maggiore avremo vele più ampie, viceversa più sottili.

Da questo è possibile, con un certo margine di di veridicità, prevedere per i contadini, quale sarà il tempo nei giorni successivi e, di conseguenza, il risultato delle loro fatiche.

E alla fine…

Qualunque sia la motivazione, il significato o la spiegazione, la barchetta di san pietro è una delle tradizioni che a distanza di millenni ancora riaccendono la magia dell’infanzia e la curiosità stupefatta di grandi e piccini!

- Advertisment -