HomeScienza & Tecnologia"La dipendenza dai videogiochi mantenuta dagli algoritmi merita l'attenzione del legislatore"

“La dipendenza dai videogiochi mantenuta dagli algoritmi merita l’attenzione del legislatore”

[ad_1]

“Ops! Non hai abbastanza pozione. Per continuare il gioco, acquista un bottino e guarda cosa ha in serbo per te la fortuna! “Il gioco ora finisce per te.” Tenta la fortuna e comprane uno bottino per guadagnare vite extra! Prima industria culturale in Francia, i videogiochi scatenano passioni. Rischi di dipendenza, disconnessione con il mondo reale, tante lamentele spesso menzionate per demonizzare un affascinante mondo virtuale – per oltre 3,2 miliardi di giocatori nel mondo.

Le chiavi del successo? La qualità grafica e creativa, i numerosi riferimenti culturali, le molteplici opzioni di gioco combinate con scenari straordinariamente ben realizzati per aumentare l’effetto ludico… e mantenere l’impegno dei giocatori. Per non parlare dell’effetto rete che, come al di fuori del mondo del gioco, si traduce nel mantenere i giocatori connessi.

In primo luogo riservato ai videogiochi mobile, gratuito per il giocatore – almeno finché lo desidera – un nuovo strumento chiamato « bottino » si è espansa in giochi ad alto budget. Una bottinoo “loot box”, contiene diversi oggetti virtuali simili a ricompense casuali che possono fornire al giocatore aggiornamenti, che vanno dalla personalizzazione del personaggio all’acquisizione di nuove, a volte rare, opzioni che consentono loro di avanzare nel gioco.

Leggi anche: “Loot box” nei videogiochi: dov’è il loro regolamento in Francia?

A prima vista, questa è solo una semplice funzionalità che dovrebbe consentire a un giocatore di massimizzare la sua esperienza di gioco. Ma non appena questi bottini sono a pagamento, alla fine si rivelano più problematici. Generando guadagni incerti, basati sul caso, in cambio di una somma di denaro, bottini hanno le caratteristiche per essere assimilati alle lotterie online a pagamento, vietate in Francia (esclusa Française des jeux). Perché il gioco d’azzardo e i giochi d’azzardo sono regolamentati, nel mondo reale così come nel mondo digitale, per arginare in particolare i rischi di dipendenza, motivo per cui i giochi d’azzardo sono generalmente vietati ai minori in Francia.

Acquisti in-app nei videogiochi rappresentano circa $ 15 miliardi di vincite (circa 14,69 miliardi di euro) per l’industria (nel 2020) e in Francia 4,78 milioni di giocatori sono minorenni. Data l’entità del fenomeno e poiché questi acquisti in-app producono effetti casuali, come una lotteria, dovrebbero essere regolamentati o vietati in Francia, come il gioco d’azzardo e il gioco d’azzardo online nel 2010?

Hai ancora il 47,02% di questo articolo da leggere. Quanto segue è riservato agli abbonati.

[ad_2]

Source link

- Advertisment -