Homemondo & LifestyleMiro Radici chi è? Moglie, figli, patrimonio, biografia

Miro Radici chi è? Moglie, figli, patrimonio, biografia

Imprenditore di successo e Cavaliere del Lavoro , insignito dell’Onorificenza dall’allora Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, è, però, balzato all’onore delle cronache per il suo recente matrimonio con Veronica Pasta.

Imprenditrice, anche lei, e di successo, nel settore estetico, sono entrambe al loro secondo sì.

Un matrimonio sobrio, con Miro Radici in completo blu e la sposa in pizzo tortora, accompagnata dall’amica Daniela Ruggeri ( vedova del compianto Ivan Ruggeri, imprenditore e presidente dell’Atalanta)

Ad attenderli il sindaco di Bergamo Giorgio Gori.

Il matrimonio si è svolto a Palazzo Frizzoni, mentre la sera, in città, si è tenuta una grande festa a cui hanno partecipato parenti e amci del mondo imprenditoriale e non.

Una curiosità.

L’imprenditore, intervistato, ha tenuto a sottolineare che le somiglianze con Silvio Berlusconi si fermano al fatto che sono entrambe imprenditori, e di successo, e over 80.

Ha, infatti, dichiarato

Mi sposo, ma non sono come Berlusconi!” riferendosi senza mezzi termini alla recente cerimonia fra Silvio Berlusconi e Marta Fascina

Chi è Miro Radici?

Palmiro all’anagrafe, 81 anni e vedovo da 5 anni, era sposato con Annamaria Colombelli scomparsa nel 2017 dopo aver lottato strenuamente contro una malattia incurabile.

Da questa unione erano nati due figli: Marco classe 1963 e Nicola, 10 anni dopo, nel 1973.

La morte della moglie ha rappresentato un grande dolore per l’imprenditore, dal quale ha faticato a riprendersi.

L’incontro con la 54enne Veronica Pasta, amica della moglie, è stato un raggio di luce, che nel tempo si è trasformato in un sentimento ben più importante fino alla decisione di convolare a nozze.

Ad accompagnarlo verso il grande passo è stato l’amico di una vita Pier Manenti

Ma chi è Miro Radici nella vita di tutti i giorni?

Diplomato ragioniere riceve il suo primo incarico importante a soli 23 anni. Nel 1964, infatti, viene nominato amministratore della Pietro Radici Tappetificio Nazionale Spa.

E’ nel 1972, che il giovane Radici fa sfoggio del suo coraggio imprenditoriale affiancando alla produzioni di tappeti quello della moquette con il marchio Sit-in.

Un successo importante da cui parte lo sviluppo dell’azienda.

Negli anni ’90 nasce la Miro Radici Ag che produce articoli promozionali per le grandi catene e nel 1999 l’imprenditore ottiene una partecipazione nella società editrice del quotidiano “La Provincia di Como”

Oltre al lavoro e a Veronica, ha due grandi passioni: l’Atalanta e il golf che pratica con ottimi risultati.

Mai inattivo, è’ stato anche vicepresidente del Credito Bergamasco.

E, per non farsi mancare nulla, nel 2002 ha ricevuto la Laurea ad Honoris Causa dall’Università di Bergamo in ingegneria.

Ecco uno stralcio della sua Lectio magistralis, parole che riassumono questo grande imprenditore, sempre al passo con i tempi e capace di non piegarsi al dolore che la vita, nonostante tutto infligge

Ho vissuto la mia infanzia e la mia giovinezza in una famiglia di imprenditori e ho avuto la fortuna di aver dei maestri, anzi dei professori seppure anche loro laureati solo sul campo, che mi hanno arricchito di un immenso patrimonio: mi riferisco naturalmente a mio padre, a mia madre, ai miei fratelli, alle mie sorelle, tutti imprenditori in campi diversi. Durante le vere e proprie lezioni che mi tenevano la sera dopo cena, allora si usava in cucina riuniti attorno al tavolo, mi hanno consegnato un prezioso know-how. Questo know-how, non ho mai smesso di utilizzarlo in tutti questi anni e, più passano gli anni, più mi accorgo che diventa di attualità, sempre più moderno.

PALMIRO RADICI
LECTIO MAGISTRALIS
“L’IMPRESA SI SVILUPPA GRAZIE A UOMINI E IDEE POSITIVE”

Insomma un uomo tutto d’un pezzo, lungimirante e pratico come solo i bergamschi sanno essere, capace di scalare le importanti vette dell’imprenditoria e raggiungere risultati eccellenti, anche quando la vita, a volte, ha sembrato giragli le spalle.

Un augurio sincero alla nuova coppia, anche da parte nostra!

- Advertisment -