HomeEconomia“È tempo di stabilire un controllo democratico delle innovazioni”

“È tempo di stabilire un controllo democratico delle innovazioni”

[ad_1]

ioinnovare significa diffondere un prodotto o servizio alla società nel suo insieme. In altre parole, alla scala della città: polis, in greco. È quindi sempre un gesto politico, in senso etimologico. Facebook fa politica collegando le persone a livello nazionale. Airbnb fa politica modificando le condizioni di accesso agli alloggi nelle principali città.

Gli “Uber Files” illuminano questa realtà con una luce dura. Grazie a questi documenti possiamo osservare, per la prima volta nel dettaglio, come si è svolta la strategia di innovazione di una grande azienda tecnologica che cerca di imporsi in un nuovo mercato. Dietro l’apparenza di un progetto tecnologico, all’improvviso vediamo la menzogna, il caos, la zona grigia, le alleanze politiche. Tutto ciò è scioccante e, chiaramente, per alcuni aspetti, condannabile. Ma è l’essenza stessa del processo di innovazione che stiamo scoprendo.

Leggi anche: Articolo riservato ai nostri iscritti Uber file: “Un certo tipo di sviluppo tecnico avrà sistematicamente fatto rima con il principio della regressione sociale”

Mentire si riferisce a nascondere la realtà. All’inizio, un’innovazione è sempre un “mostro”, vale a dire un oggetto dal carattere eccezionale o un essere con poteri soprannaturali. E il riflesso di fronte a un mostro è il volo. Ecco perché le persone innovative devono nascondere ciò che stanno facendo con il pretesto della familiarità. Tra le tattiche conosciute, quella che consiste nel nominare la cosa nuova con un termine antico è forse la più diffusa.

Il concetto di creazione e distruzione

Questo è ciò che chiamava l’industria della carne ” pollo “ (l’antico nome colloquiale), la mostruosa novità che avevano appena inventato: la carne di un uccello privato della libertà, nutrito con cibi innaturali, sollevato fuori terra, la cui crescita era artificialmente potenziata grazie agli ormoni e alla sicurezza assicurata da un bagno di sostanze chimiche .

Leggi il nostro sondaggio: Articolo riservato ai nostri iscritti “Uber Files”: una “strategia del caos” ipotizzata per conquistare il mondo

Caos è la parola greca per la bocca della bestia che si apre. Si riferisce al concetto di creazione e distruzione. Innovare è sempre allo stesso tempo creare qualcosa e distruggere qualcos’altro. Quando Allen Penn, uno dei dirigenti di Uber, scrive: “Abbraccia il caos”, descrive apertamente la sua professione. Questa citazione deve essere conservata accanto a “tempo disponibile per il cervello” di Patrick Le Lay (1942-2020).

Un aspetto essenziale della missione di Travis Kalanick [créateur d’Uber] consiste nel separare gli effetti positivi (creazione) dagli effetti negativi (distruzione). Questo è ciò che vediamo all’opera: da un lato, la sua azienda è fiorente. In calo, invece, i tassisti. Ma neanche questo è nuovo.

Hai ancora il 57,43% di questo articolo da leggere. Quanto segue è riservato agli abbonati.

[ad_2]

Source link

- Advertisment -