Homecasa & giardino“Ho fatto questo piatto quando sono diventata mamma”

“Ho fatto questo piatto quando sono diventata mamma”

[ad_1]

Piatto “Ritorno da Hanoi”.

HÉlène Darroze, chef delle Landes che ha tre stelle a Londra, due a Parigi e una in Provenza, è anche giurata in “Top Chef”. Sta per aprire un ristorante di hamburger a Parigi.

“Ho sviluppato Return from Hanoi in una fase importante della mia vita, quando sono diventata madre. Sono andato a prendere la mia piccola Charlotte [qu’elle a adoptée] ad Hanoi, quindici anni fa, nel luglio 2007. Tre ore dopo essere arrivato in aeroporto, avevo già il piccolo tra le braccia, ma sono rimasto lì per quindici giorni, al famoso Hotel Métropole [qui accueillit William Somerset Maugham ou Charlie Chaplin]. E, ogni sera, cenavo nello stesso ristorante, di cui mi sfugge il nome. È un boui-boui di boui-boui che cucina favolosamente e ho sempre preso questo pho, l’ho trovato sublime. Forse lo idealizzo perché, per me, questi sono i giorni più belli della mia vita: sono appena stata madre, ho mia figlia con me nel suo passeggino. Le cameriere e le cuoche hanno capito la nostra storia – che stavo per riportare la bambina in Francia – l’hanno presa in braccio mentre mangiavo. È stato un momento di condivisione davvero incredibile. E felicità.

Leggi anche: Articolo riservato ai nostri iscritti Il “cocktail tascabile” di Pierre Gagnaire: “Infusi, decotti, rotatori per estrarre succhi, mi da fastidio, non sono io”

Quando sono tornata a Parigi, durante le mie poche settimane di congedo di maternità, ho cercato un buon pho a Parigi. Ne ho trovato uno abbastanza buono nel 5e borough, ma comunque non era proprio questo. E, in autunno, è nata la voglia di lavorare su un piatto che mi ricorda il mio viaggio. Non riuscivo a vedermi realizzarne una versione letterale con carne di manzo e noodles. Volevo solo mantenere il brodo tiepido, molto profumato con cardamomo, anice, coriandolo, citronella… e abbinarlo a un crostaceo. Nella prima versione, oltre all’astice, ho aggiunto funghi porcini tagliati a crudo e scaglie di foie gras marinato per dare una nota di sud-ovest. Quindici anni fa, ero un po’ troppo dimostrativo. Da allora, ho pulito la mia cucina.

Hélène Darroze, chef stellata.

Sono cresciuto in una famiglia di cuochi ma mi è stato mostrato molto poco. Sono andato a scuola di economia e sono arrivato in cucina tardi, con Alain Ducasse. Ho lavorato nei suoi uffici quando aveva un solo ristorante, il Louis XV a Monaco. Era sempre lì e mi spiegava tutto quello che faceva, ogni elemento della mappa. È stato favoloso. Dopodiché, ho rilevato le cucine di papà [à Villeneuve-de-Marsan dans les Landes]. Non ho avuto alcuna formazione accademica, so che mi manca la tecnica ea volte questo mi faceva sentire meno legittimo. È sciocco. È successo.

Hai ancora il 33,61% di questo articolo da leggere. Quanto segue è riservato agli abbonati.

[ad_2]

Source link

- Advertisment -