HomeSport & motoriIl senegalese Sadio Mané è stato nominato per la seconda volta miglior...

Il senegalese Sadio Mané è stato nominato per la seconda volta miglior calciatore africano dell’anno

[ad_1]

Il calciatore senegalese Sadio Mané alla cerimonia dei CAF Awards a Rabat il 21 luglio 2022.

Il calciatore senegalese Sadio Mané, attaccante del Bayern Monaco, è stato nominato miglior giocatore africano dell’anno 2022 durante la cerimonia dei CAF Awards organizzata dalla Confederation of African Football (CAF), giovedì 21 luglio a Rabat. Aveva già vinto questo premio nel 2019 mentre giocava per il Liverpool. Il premio non è stato assegnato nel 2020 e nel 2021 a causa della pandemia di Covid-19. Sadio Mané, 30 anni, è stato uno degli artefici dell’incoronazione di Senegal durante la Coppa d’Africa (CAN), nel febbraio 2022. In particolare ha segnato il tiro in porta decisivo nella finale contro l’Egitto.

Leggi anche: “Sadio Mané è un candidato naturale per il Pallone d’Oro, ma il mondo del calcio ha occhi solo per Karim Benzema”

Trasferito quest’estate al club bavarese, il senegalese era presente alla premiazione, il giorno dopo un’amichevole vinta 6-2 dalla sua nuova squadra a Washington contro il DC United e durante la quale ha segnato un gol su rigore. Ha battuto il suo ex compagno d’attacco del Liverpool e secondo classificato nella CAN l’egiziano Mohamed Salah e il collega portiere del Chelsea Edouard Mendy. Sadio Mané ha iniziato la sua carriera professionale a Metz (Francia) prima di passare successivamente a RB Salisburgo, Southampton, Liverpool e Bayern Monaco.

L’allenatore del Senegal Aliou Cissé ha vinto il premio di allenatore africano dell’anno. Il nigeriano Asisat Oshoala, che gioca per un club a Barcellona, ​​ha vinto per la quinta volta il premio di Giocatore africano dell’anno.

Per non perdere nessuna novità africana, Iscriviti alla newsletter da Africa mondiale da questo link. Ogni sabato alle 6 del mattino, trovi una settimana di notizie e dibattiti curati dalla redazione del Africa mondiale.

Il mondo con AFP

[ad_2]

Source link

- Advertisment -