HomeEconomiaIn Francia, raccolta fondi da record nel primo semestre

In Francia, raccolta fondi da record nel primo semestre

[ad_1]

Il centro di controllo della start-up francese di robotica Exotec, a Croix (Nord), nell'aprile 2021.

In un contesto di raffreddamento sui titoli tecnologici, il barometro EY, pubblicato domenica 17 luglio, del capitale di rischio in Francia continua a sorprendere. Con 8,4 miliardi di euro raccolti in Francia attraverso 362 operazioni nel primo semestre, è già del 63% migliore rispetto ai primi sei mesi del 2021.

Leggi anche: Articolo riservato ai nostri iscritti Tecnologie: la francese EcoVadis raccoglie 500 milioni di dollari

Crescita certamente più lenta rispetto allo stesso periodo del 2021 (+90% rispetto al 2020), ma che lo rende comunque un semestre record per il settore francese delle nuove tecnologie, che ha chiuso il 2021 con una raccolta di 11,57 miliardi di fondi. Dato il livello a metà, Franck Sebag, partner dell’azienda, non ha dubbi che questo livello senza precedenti possa essere nuovamente superato.

Leggi anche: Back Market, campione dell’elettronica rinnovata, raccoglie 110 milioni di euro

Poche grandi operazioni hanno permesso questo inizio col botto nel 2022: Qonto (servizi finanziari) ha raccolto 486 milioni di euro a luglio; EcoVadis (valutazione della performance di responsabilità sociale d’impresa), a giugno 478 milioni di euro; Back Market (ricondizionamento dispositivi elettronici), 450 milioni di euro a gennaio; ed Exotec (robotica), 305 milioni di euro anche a gennaio.

La concorrenza tra i fondi dovrebbe rallentare

Inoltre, il numero di round di finanziamento superiori a 100 milioni di euro in Francia non è mai stato così alto nel periodo, mentre la raccolta di fondi tra 50 milioni e 100 milioni di euro ha subito un duro colpo, sia in volume (-77%) che in importo (- 58%). E anche se il secondo trimestre rimane al di sotto del primo (3,7 miliardi contro 4,7 miliardi), resta superiore allo stesso periodo del 2021.

Leggi anche: Articolo riservato ai nostri iscritti Con una raccolta fondi di 200 milioni di dollari, Swile rivede al rialzo le sue ambizioni

Su scala europea, la Francia continua a guadagnare terreno sul Regno Unito (+12%, a soli 18,4 miliardi di euro nel primo semestre) e supera la Germania (−20%, a 6,3 miliardi di euro), molto più colpita dalla crisi contesto geopolitico segnato dalla guerra in Ucraina.

Franck Sebag ammette però che la concorrenza tra i fondi – con tanti player stranieri, molto presenti qualche mese fa – potrebbe rallentare, in un contesto finanziario più complicato, e portare a un riaggiustamento delle valutazioni delle società non quotate. “Ripulirà il mercato”ritiene, aggiungendo che questa correzione non dovrebbe pesare sulle ambizioni degli investitori privati.

Leggi anche: Articolo riservato ai nostri iscritti Raccolta fondi, sostegno pubblico… La tecnologia francese prende il turno del settore

[ad_2]

Source link

- Advertisment -