HomeScienza & Tecnologiala coalizione presidenziale e la destra parlamentare raggiungono un accordo

la coalizione presidenziale e la destra parlamentare raggiungono un accordo

[ad_1]

Il 19 luglio 2022 il ministro della Salute François Braun parla ai deputati all'Assemblea nazionale a Parigi.

Dopo un delicato esame in Assemblea Nazionale, dove il governo era in minoranza, e una riscrittura in Senato, il disegno di legge sanitaria ha superato la fase del comitato misto (CMP), giovedì 21 luglio. I sette deputati ei sette senatori hanno concordato un testo comune all’inizio del pomeriggio dopo un’ora e quarantacinque minuti di trattative. Questo disegno di legge, che in particolare pone fine allo stato di emergenza sanitaria il 31 luglio, consente di preservare diversi dispositivi per combattere il Covid-19. Il ministro della Salute, François Braun, ha “saluto” l’accordo raggiunto nel CMP, accogliendo favorevolmente “questo consenso al servizio della protezione dei francesi”.

Leggi anche: Articolo riservato ai nostri iscritti L’Assemblea nazionale approva solo in parte il disegno di legge Covid-19

Questa versione comune, registrata nel CMP, era stata negoziata con il governo, i deputati Les Républicains (LR) e la relatrice (Renaissance) del testo in Assemblea, Caroline Abadie, ancor prima che il testo arrivasse in commissione al Senato. Avendo la maggioranza nel CMP, con cinque eletti contro quattro per il campo presidenziale, la destra parlamentare ha un vero strumento di negoziazione per portare a termine le sue proposte. “Era un CMP Potemkin”scherza la senatrice socialista di Parigi, Marie-Pierre de La Gontrie.

Il testo, riscritto dal senatore (LR) della Manica, Philippe Bas, è stato così adottato dall’eletto LR, dal senatore centrista e dai parlamentari di maggioranza (Rinascimento, MoDem, Raduno dei Democratici, Progressisti e Indipendenti). I socialisti eletti (due senatori e un deputato) si sono astenuti. Il deputato del Raduno Nazionale (RN) e quello de La France insoumise (LFI) hanno votato contro questa versione che riproduceva quasi per esteso il testo adottato dal Senato, dominato dalla destra e dal centro, nella notte tra mercoledì e giovedì, in seduta pubblica. “Il signor Bas e il gruppo LR hanno assicurato che ciò che è stato votato al Senato [jeudi] corrisponde a quanto potrebbe soddisfare sia il Rinascimento che i LR dell’Assemblea “sottolinea M.me da La Gontrie.

Una nuova e definitiva lettura è prevista per lunedì 25 luglio in entrambe le Camere per ratificare questo testo. Senza che il testo comune convalidato in CMP venga approvato dall’opposizione. “Nell’attuale situazione politica, tutti hanno lasciato cadere qualcosa per prendere in considerazione i punti duri di ogni partito. Vedremo [lundi] tutti quelli che hanno un senso del compromesso”avverte M.me Abdie. “Il gruppo seguirà. L’accordo è in linea con le nostre specifiche »assicura il deputato (LR) della Manica, Philippe Gosselin, il quale non esclude però che gli individui si posizionino diversamente.

Hai ancora il 64,59% di questo articolo da leggere. Quanto segue è riservato agli abbonati.

[ad_2]

Source link

- Advertisment -