HomeSport & motoriLa Germania elimina sorprendentemente l'Austria per passare alle semifinali

La Germania elimina sorprendentemente l’Austria per passare alle semifinali

[ad_1]

I tedeschi assaporano la vittoria contro l'Austria, nei quarti di finale di Euro 2022, a Brentford (Inghilterra), il 21 luglio 2022.

Quattro vittorie in quattro partite, undici gol fatti e nessuno subito, la Germania continua il suo percorso perfetto. Vittoriosi nelle tre gare del girone, i tedeschi hanno siglato la quarta vittoria consecutiva nei quarti di finale contro l’Austria (2-0), giovedì 21 luglio a Brentford (Inghilterra), sinonimo di qualificazione alle semifinali di Euro 2022 Sfideranno il vincitore dell’incontro di sabato tra Francia e Olanda.

Leggi anche: Rivivi Germania-Austria: i tedeschi si uniscono alle ultime quattro dell’Euro

I tempi supplementari erano appena iniziati quando la Germania ha finalmente prenotato il biglietto per le semifinali della competizione, rettificando l’anomalia del 2017 (era stata eliminata nei quarti di finale). Bloccando la respinta della portiere austriaca Manuela Zinsberger, Alexandra Popp ha seppellito le ultime speranze austriache (2-0, 90e) per ripetere l’impresa del 2017 quando raggiunsero le semifinali per la loro prima partecipazione. Ha protetto la sua squadra dal pareggio, premiando il suo sacrificio e il senso del dovere per 90 minuti mentre svolgeva il suo ruolo di provvidenziale marcatrice (quattro gol in quattro partite).

Insomma, ha gestito il gol dell’intervallo che la sua compagna di squadra Klara Bühl aveva sbagliato al servizio pochi minuti prima (83e). Il suo piede sinistro scivolò via anche se le gabbie erano spalancate. Vista la sua prestazione serale, il giocatore del Monaco avrebbe meritato il suo obiettivo.

L’allenatore tedesco, Martina Voss-Tecklenburg, potrebbe poi fare un bel respiro dopo una partita più equilibrata del previsto. Certo, la Germania ha guidato rapidamente grazie a Lina Magull (25e). Il centrocampista del Bayern Monaco ha beneficiato del lavoro sulla fascia sinistra di Klara Bühl, in ripresa e al centro, e dell’altruismo di Alexandra Popp, cancellando abilmente per aprire le marcature contro il percorso di gioco.

Austria particolarmente offensiva

Perché l’Austria ha mostrato qualità offensive che non facevano pensare ai loro unici tre gol segnati al primo turno. Dall’inizio del match, le giocatrici di Irene Furhmann sono saltate alla gola delle tedesche spingendo alto e proiettandosi velocemente, come Julia Hickelsberger-Füller sulla sua fascia destra.

Nel primo quarto d’ora, Marina Georgieva (13e), sostituto al calcio d’inizio per il solito capitano, Viki Schnaderbeck, ha diretto il pallone di testa sul palo di Merle Frohms. Questo non sarà l’unico spavento della difesa tedesca che è riuscita comunque a mantenere la porta inviolata per il quarto incontro consecutivo.

Leggi anche: Women’s Euro 2022: Inghilterra, prima squadra qualificata in semifinale dopo aver eliminato la Spagna

Nel secondo tempo, gli austriaci hanno trovato gli importi due volte a meno di cinque minuti di distanza. Prima Barbara Dunst con un tiro improvviso a più di 20 metri dalla porta (53e) poi Sarah Puntigam all’ingresso in superficie seguendo un angolo (57e).

A volte ci vuole un po’ di fortuna per disegnare un bel percorso in una competizione internazionale. Non riduciamo a questo la vittoria tedesca, che, anche da parte sua, ha moltiplicato le grandi occasioni. Giulia Gwinn (46)e) trova il palo anche su cross di Klara Bühl che colpisce lei stessa il tiro incrociato con un bel tiro dalla destra (78e).

Con due gol segnati a seguito di un errore opposto, il realismo tedesco, come un omaggio a Uwe Seeler, ex grande attaccante tedesco degli anni ’60 scomparso giovedì, gli permette di continuare a sognare un nono titolo continentale. Per un Nationalelf che non ha vinto nulla dalle Olimpiadi di Rio 2016, un’eternità, il modo in cui alla fine conta poco.



[ad_2]

Source link

- Advertisment -