HomeSport & motoriLe Olimpiadi di Parigi, questioni politiche per Emmanuel Macron e Anne Hidalgo

Le Olimpiadi di Parigi, questioni politiche per Emmanuel Macron e Anne Hidalgo

[ad_1]

Il presidente francese Emmanuel Macron e il sindaco di Parigi Anne Hidalgo a Parigi, 8 maggio 2022.

Il Giochi Olimpici 2024 (OG) sarà forse l’unica boccata d’aria fresca nel secondo quinquennio di Emmanuel Macron, subito sotto pressione. Forse: questa è la parola chiave. C’è ancora molto da fare, infatti, prima del 26 luglio 2024. Ce lo ha ricordato il fiasco dello Stade de France, durante la finale di Champions League, il 28 maggio scorso. “In un evento così grande, giocano tutti molto in grande”ritiene il politologo Bruno Cautrès, ricercatore al Centro nazionale per la ricerca scientifica e al Cevipof.

Il Presidente della Repubblica non prende alla leggera il simbolico ritorno, dopo un secolo, dei Giochi estivi nella capitale. In movimento sui Pirenei, giovedì 21 luglio, dovrà visitare un centro di preparazione ai Giochi dedicati all’arrampicata. Lunedì 25 luglio farà il punto con il Primo Ministro, Elisabeth Borne, ei ministri responsabili dell’organizzazione di questo evento che riunirà 14.000 atleti e accompagnatori provenienti da 206 paesi, 25.000 giornalisti, 9 milioni di spettatori e 4 miliardi di telespettatori. Saranno presenti anche il prefetto della regione Ile-de-France, quella di Parigi e il delegato interministeriale alle Olimpiadi.

Leggi anche: Articolo riservato ai nostri iscritti Incidenti allo Stade de France: la Francia è in grado di garantire la sicurezza delle Olimpiadi del 2024?

Ma non le autorità locali, che se ne lamentano. “Ci ha rattristato”ci confidiamo nell’esecutivo di uno di loro, supponendo che l’Eliseo intenda “riprendere il controllo” sul fascicolo, al fine di far valere il proprio ruolo di « testa della gondola “. Nella regione Ile-de-France, l’entourage della presidente, Valérie Pécresse, ricorda che le regioni sono state “Ignorati nel mezzo della crisi del Covid-19 quando erano sul ponte”.

Eppure, “Se le Olimpiadi avranno successo, ci sarà una dimensione di realizzazione per Anne Hidalgo tanto quanto per Emmanuel Macron. Ma, altrimenti, sarà un fallimento per tutti., avverte Emmanuel Grégoire, primo deputato del sindaco socialista di Parigi. Il capo dello Stato non potrà candidarsi alla rielezione nel 2027, poiché la Costituzione vieta più di due mandati consecutivi.

Spingi alcune cartelle

Nel 2024 i Giochi e le elezioni europee segneranno la fine del quinquennio. “Emmanuel Macron sarà quasi a metà del suo mandatosottolinea Bruno Cautrès. Ognuno, quindi, cercherà di identificare il suo successore. Un’Olimpiade di successo sarebbe per lui una boccata d’aria fresca; su un tema, quello internazionale, dove si trova piuttosto a suo agio. » Impegnato agli atti sin dal primo giorno della sua presidenza, avendo incontrato il Comitato Olimpico Internazionale nel giorno della sua investitura, nel maggio 2017, il Capo dello Stato vede nell’organizzazione dei Giochi Olimpici un’opportunità per valorizzare il patrimonio del Paese – quanto il suo.

Hai ancora il 71,47% di questo articolo da leggere. Quanto segue è riservato agli abbonati.

[ad_2]

Source link

- Advertisment -