HomeEconomiaLes Echos-Le Parisien in procinto di acquistare OpinionWay

Les Echos-Le Parisien in procinto di acquistare OpinionWay

[ad_1]

Nuova acquisizione in vista per Les Echos-Le Parisien. Il gruppo, che gestisce i due quotidiani omonimi, è sulla buona strada per mettere le mani sull’istituto di sondaggi OpinionWay, secondo le informazioni di La lettera a, confermato a Monde. La notizia è stata comunicata agli eletti del gruppo Les Echos giovedì 21 luglio, mentre quelli di OpinionWay devono essere informati martedì 26.

Alla domanda, il gruppo Les Echos non commenta. Per il momento, l’istituto appartiene ancora principalmente ai suoi co-fondatori, Hugues Cazenave, il suo presidente, che non ha risposto alla Monde, Yann Aledo e Benjamin Gratton. Per l’editore del principale quotidiano economico francese, questa acquisizione rientra in una strategia di diversificazione, che mira a portare rapidamente al 25% la quota del fatturato non-stampa.

Leggi anche Articolo riservato ai nostri iscritti Al Senato Bernard Arnault si presenta come un benefattore della stampa

L’istituto OpinionWay, già partner di echi per le elezioni presidenziali, andrà ad arricchire la divisione Les Echos Etudes. Non sono i sondaggi politici che interessano la controllata LVMH, ma gli studi di marketing venduti alle aziende. Vuole quindi offrire un servizio aggiuntivo ai propri clienti, che hanno già la possibilità di acquistare inserti pubblicitari sul quotidiano o sul Web, di diventare content sponsor o partner di eventi. Ogni anno, Les Echos organizza, ad esempio, la fiera della tecnologia Vivatech. Per evitare un mix di generi con la redazione, l’istituto continuerà ad operare in modo autonomo e dovrebbe addirittura rimanere nei suoi locali.

Non ancora fuori dai guai

Tra il gruppo stampa e l’istituto elettorale, le discussioni sono iniziate nove mesi fa in modo abbastanza naturale, i due capi, Pierre Louette e Hugues Cazenave, si conoscevano da molto tempo. Nel 2021 OpinionWay ha registrato un fatturato di 17,7 milioni di euro e un risultato operativo di 1,26 milioni di euro, secondo i dati pubblicati nel registro delle imprese. Ombra sul consiglio di amministrazione, la società ammette anche, nei suoi ultimi conti, di essere nel“incapacità di valutare le conseguenze precise [du Covid-19] sui prossimi esercizi ». L’istituto non è ancora uscito dalle difficoltà del 2020, che in particolare lo hanno costretto a stipulare un prestito a garanzia dello Stato di 800.000 euro.

Come per Les Echos-Le Parisien, anche il gruppo ha arricchito la propria offerta finanziaria acquistando Boursier.com a Lagardere e Meglio vivere i tuoi soldi al gruppo Valmonde, che pubblica Valori attuali. Nella musica il titolare di Radio Classique si è impadronito anche del 50% di Mezzo e Medici. Una strategia di diversificazione che spera gli permetterà di raggiungere il pareggio.

[ad_2]

Source link

- Advertisment -