HomeEconomiastrategie per ridurre i pagamenti mensili

strategie per ridurre i pagamenti mensili

[ad_1]

La domanda di mutuo è sempre accompagnata da assicurazione mutuatario. Per la cronaca, questa copertura non obbligatoria è preziosa durante la durata del prestito. In caso di infortunio, congedo per malattia, invalidità e persino il decesso del mutuatario, viene attivato il rimborso totale o parziale delle rate mensili del prestito.

Quasi 8 volte su 10, questa protezione viene stipulata con l’istituto di credito. Quando offre credito, il banchiere combina sistematicamente un contratto di assicurazione collettiva dalla sua controllata assicurativa. Anche se semplice e veloce, questa soluzione “chiavi in ​​mano”. non è però unico. La legge Lagarde del 2010 autorizza la delega dell’assicurazione, ovvero la facoltà per un mutuatario di scegliere il proprio contratto con un assicuratore esterno alla banca.

Leggi anche Articolo riservato ai nostri iscritti Credito immobiliare: le banche chiudono le porte agli intermediari?

Tuttavia, questa protezione individuale potrebbe rivelarsi più competitiva in termini di prezzi. “Grazie alla delega dell’assicurazione, spesso riusciamo a dividere per due e talvolta anche per tre il premio assicurativo inizialmente proposto dalla banca. Questo guadagno non è neutro e può generare fino a 50.000 euro di risparmio su un prestito di 25 anni”, afferma Toufik Gozim, presidente fondatore di Assurly.

Non assicurato al 100%.

Questa parata sta salvando perché “Questa spesa non è neutra in un budget. Rappresenta dal 20% al 30% del costo totale di un prestito”, afferma Astrid Cousin, portavoce del broker Magnolia. Altro elemento a favore dell’opzione della delega: consente di ottenere un tasso percentuale annuo di addebito (TAEG) inferiore al tasso di usura, che è eccezionalmente basso.

“Questo basso livello del tasso di usura ostacola in particolare i giovani a basso reddito a cui le banche offrono tassi di interesse elevati. Risultato, combinando il tasso nominale, il costo dell’assicurazione, i costi di garanzia e di pratica, il TAEG raggiunge rapidamente, o addirittura supera, il tasso di usura. Ciò rende impossibile il finanziamento. assicura Antoine Meeschaert, direttore del Meilleurtaux Lille. Da qui l’interesse di optare per la copertura individuale meno costosa.

Leggi anche: Articolo riservato ai nostri iscritti Dove acquistare una proprietà a un prezzo ragionevole sulla costa della Bretagna?

Un altro modo per controllare il costo dell’assicurazione è, quando si prende in prestito insieme, non assicurare il 100% su ciascun capo, ma optare per una copertura del 50%. Questo scenario ha l’effetto di abbassare il TAEG. Il broker Empruntis indica che per un prestito di 200.000 euro in 240 mesi al tasso dell’1,55%, assicurando il 100% su due capi dà un TAEG del 2,23%. Quest’ultimo va all’1,90% con il 50% su ciascuna testa.

Hai ancora il 17,26% di questo articolo da leggere. Quanto segue è riservato agli abbonati.

[ad_2]

Source link

- Advertisment -