Homemondo & LifestyleFrasi sulla fame: nel mondo, di vita, nervosa

Frasi sulla fame: nel mondo, di vita, nervosa

Frasi sulla fame da cosa sono ispirate? La fame, generalmente indica il bisogno psico-fisico di nutrirsi. Di conseguenza di approvvigionamento del cibo, indispensabile, per il nostro fabbisogno giornaliero calorico. Il concetto di fame, inevitabilmente, richiama alla mente il tema e le frasi sulla fame nel mondo. Questo problema, che affligge quasi tutti i Paesi del mondo siti a Sud, ha le sue principali cause, innanzitutto, nella povertà e nella mancanza di investimenti sufficienti per la produzione agricola. Senza dimenticare che questa ferita è acutizzata dai continui cambiamenti climatici. Essi recano con sé alluvioni alternate a periodi di piena e di secca. Inoltre, in questa circostanza domina la speculazione arrecata da conflitti e dall’instabilità dei mercati internazionali.

Tra le brevi poesie sulla fame nel mondo, ricordiamo “Cercando Dio nel cuore dell’uomo” di Catherine Doherty (1989), una preghiera per indurre l’umanità al buon senso.

Signore, dona pane agli affamati, e fame a coloro che hanno pane.

Tuttavia, fatta questa premessa dai toni drammatici, religiosi e riflessivi, ci soffermiamo a indagare l’espressione, sempre più in voga, di “fame di vita“.

Cosa s’intende con l’espressione «ho fame di vita» ? «Cibatevi di sogni sempre»

«Cibatevi di sogni sempre». Tra gli aforismi sulla fame, lasciamo rilucere questo, il quale è tratto dai versi più belli di Alda Merini. Questa donna è una delle scrittrici più in vista del ‘900 italiano. La poetessa dà voce alla propria coscienza, traendo fonte di sostentamento e di nutrimento per il suo “io interiore” dalla permanenza tra le pareti strette e cupe dell’ospedale psichiatrico “Paolo Pini” di Milano.

Alda Merini

Alda è internata, contro la sua volontà, in questa struttura dal 1961 al 1972, in quanto le diagnosticano il disturbo bipolare della personalità. Questo periodo di “chiusura” e di sofferenza fisica, a causa delle “terapie” che le riservano, in particolare l’elettroshock, cambiano definitivamente la sua vita e la sua persona. Il lungo silenzio covato, il dolore inflitto, le privazioni dei piaceri e di spensieratezza diventano terreno fertile per il suo talento artistico. Alda Merini “rinasce” nei suoi suoi versi, nutrendosi di tutto ciò che le è stato negato, ovvero dell’amore per la vita.

Le sue poesie sono aforismi sulla fame per la vita. Infatti, attraverso l’espressione «cibatevi di sogni sempre», la poetessa incita a credere nella bellezza della vita. Nonostante le calunnie e i disastri che si abbattono su ciascun essere umano, ognuno di noi merita di continuare a sognare.

I sogni sono “la scintilla divina” che un disegno provvidenziale ha gettato nel profondo del nostro animo come semi. Proprio da loro germogliano quella resilienza e quella forza introspettiva, le quali ci inducono a guardare ancora una volta il cielo con lo stupore negli occhi, per poter dire:

«io sono vivo e tutte le ricchezze del mondo non valgono l’istante che sta facendo battere il mio cuore in questo momento. Io sono vivo e ho fame di autenticità e di eternità».

Resilienza

Frasi sulla fame: «Ho fame del tuo sorriso»

La poesia sulla fame per la vita nasce istantaneamente dal nostro cuore in risposta a qualcosa che ci fa stare bene, che ci piace e che ci appaga al punto tale di desiderare nuovamente quella circostanza. Il bisogno di nutrirsi di bellezza e di essenzialità proviene dallo sguardo puro di un innamorato, dal sorriso di un bambino, ancora dal profumo del pane caldo, dalla contemplazione di un arcobaleno. Allora cibatevi di vita con queste frasi.

Il tuo sorriso diletta il mio cuore, ti mangerei di baci.

Le mani cercano il mestolo, l’aroma intenso del cacao, la nonna che prende le tazzine. I ricordi nutrono come un dolce balsamo il mio cuore.

Provaci ancora, provaci di nuovo, sii affamato dei tuoi obiettivi.

La prenderei a morsi la vita quando mi fa irritare, poi la guardo e mi intenerisco, la divorerei di coccole.

Ho bisogno di ristorarmi da questo periodo frenetico e intenso, il mio spirito ha fame di silenzio tra i verdi prati e le cascate che costeggiano il bosco.

Fammi capire dove sto sbagliando, che sia anche un morsicotto sulla mano. Scuotimi da questo torpore.

L’amore e la pazienza sono gli ingredienti principali della mia ricetta appetitosa quotidiana.

Solo tu puoi prendere a morsi la tua vita. Vai e viviti a pieno questo momento.

Poterti vedere ancora una volta, se potesse bastare prenderei a morsi le nuvole per farmi spazio nel cielo

Quando ottengo qualcosa che mi ero prefissato, l’adrenalina alimenta il mio bisogno immediato di nutrirmi di nuove soddisfazioni.

Ti auguro di avere sempre fame di sogni e d’amore, le cose belle profumano d’eternità.

Il miracolo della vita
Attimi di eternità
- Advertisment -