Homemondo & LifestyleFrasi sul fiore: di loto, che sboccia, non ti scordar di me

Frasi sul fiore: di loto, che sboccia, non ti scordar di me

Frasi sul fiore? Il mondo trae costantemente ispirazione dalla natura e dai suoi figli, gli alberi e i fiori. Ognuno a modo suo omaggia e racchiude questo “pizzico” di eternità nella propria vita. Basti pensare ai capolavori del pittore francese Claude-Oscar Monet, Lo stagno delle ninfee e i Giardini di Giverny, un trionfo di fiori colorati che appassionano così tanto l’artista al punto da trarre da loro un’inesauribile fonte d’ispirazione per le sue opere.

Lo stagno delle ninfee
I giardini di Giverny

Qual è il linguaggio dei fiori? «Conoscere il miracolo della vita nell’esistenza di un piccolo fiore».

«Conoscere il miracolo della vita nell’esistenza di un piccolo fiore». Qual è il significato del fiore? Queste piccole creature, che respirano in un modo tutto loro, pervadono la nostra quotidianità. Basti pensare ai bordi di un marciapiede, da cui fanno capolino in un numero ristretto come se fossero timorosi di avventurarsi oltre la propria casa. Oppure ai sentieri di montagna, che solo per il fatto di percorrerli acquietano il nostro animo. Ancora a tutto ciò che pullula nei negozi e nei centri commerciali (vestiti con stampe floreali, quadri che riproducono i dipinti dei grandi artisti, un fiore per bomboniere, fiori stilizzati e persino i fiori veri/finti che onorano una persona viva o defunta che sia).

La frase citata risale a Siddhārtha Buddha. Si racconta che egli provenga da una nobile famiglia di stirpe guerriera, radicata nella regione del Nepal. Sin da piccolo Buddha dimostra un’introspezione contemplativa, tale da allontanarlo spiritualmente e mentalmente dai desideri del padre. Infatti, il padre Suddhodana, regnante in uno degli stati situati nell’India settentrionale, ha in serbo di far intraprendere al figlio la carriera militare e politica; così da potergli succedere al trono in seguito alla sua morte.

Tuttavia, Buddha resta nella casa regale paterna fino all’età di 29 anni. Qualcosa cambia per sempre la sua vita, ovvero la realtà che esiste oltre il suo palazzo reale. Cosa vede Buddha al punto di prendere la decisione di lasciare definitivamente la casa paterna e tutti gli agi e il lusso che ne derivano? La vista di persone povere, malate, sole fanno comprendere al giovane che le cose veramente importanti nella vita sono altre; e nessuna ricchezza potrà compensarle.

Ed è così che avviene la conversione di Buddha in “principe illuminato“, del quale si ricorda la “ruota del Dharma“, un’icona che racchiude delle massime secondo cui bisogna non solo vivere, bensì esistere. La ruota dell’esistenza di Buddha si assimila al fiore di loto, inteso qui come il “miracolo” che scuote la coscienza del principe, destandolo finalmente alla vita autentica.

Il simbolo della sacralità della vita

Il fiore di loto significato introspettivo tangibile per il Buddhismo è una pianta tipica delle acque stagnanti; e simboleggia la purezza spirituale. Come si preserva la purezza o come si “ripristina” questo status originario dell’uomo, tale solo nell’innocenza dell’infanzia? L’uomo deve scindere ciò che è essenziale e vitale da ciò che non è.

Lo sbocciare del fiore rosa dalla sua dimora torbida è il simbolo della resilienza, ovvero della capacità di rigenerarsi e di staccarsi da tutto ciò che è materiale e momentaneo ( come le passioni carnali, il possesso di ricchezze, l’egoismo, la cattiveria, etc.) per abbracciare la vita nella sua pienezza essenziale, come l’amore incondizionato e disinteressato per l’altro, il contatto con la natura, la gratitudine e la meditazione.

Fiore di loto

Frasi sul fiore: «la trama della vita è fatta di legami invisibili, se tocchi un fiore s’accende una stella»

Ricorriamo costantemente alle frasi sui fiori, sono il nostro alleato vincente nelle situazioni più disparate. Basti pensare all’intramontabile, tradizionale e amato omaggio per la ricorrenza della festa della mamma. Oppure ai biglietti che dedichiamo al nostro partner per farci perdonare o per fargli sapere quanto è importante per noi. Ancora per festeggiare il compleanno di nostra sorella o un traguardo importante per un nostro amico.

Ecco alcune delle frasi più belle:

Donami Amore mio il girasole dissennato di luce.

Dal letame sboccia la più struggente primavera di fiori.

I petali di un fiore sono l’eternità racchiusa in una mano.

A te che sei il fiore sempiterno della mia vita, per te papà.

La tua bellezza è quella di un fiore, placida e assorta a contemplare il cielo.

L’amore di una mamma è come un girasole, si orienta sempre al sole, a ciò che è il Bene.

I fiori sono i racconti degli angeli che possiamo ascoltare al mattino.

Amo di te la tua autenticità, tu sei come il fiore che ha radici profonde.

Guardare i fiori è guardare gli occhi di Dio.

Donale un fiore, donale il cuore … e la vita vi porta dove si vuole.

Raccontami di quella volta in cui il garofano rosso baciò la rosa bianca .. e siamo nati noi.

CI siamo sdraiati sul prato e abbiamo cominciato a cantare sulle note dei fiori che ci solleticavano le orecchie.

Scrivimi una cartolina da ogni posto che vedrai, mandami dei fiori.

Rosa inglese
Campo di girasoli
Non ti scordar di me
- Advertisment -