HomeEconomiaQuanto costa il tartufo? Bianco, nero, di allevamento

Quanto costa il tartufo? Bianco, nero, di allevamento

Quanto costa il tartufo? Prima di verificare il prezzo tartufo, occorre chiarire cos’è. Il tartufo è un fungo che cresce sottoterra. Scientificamente appartiene alle “tuberacee che sono specie sotterranee con un corpo fruttifero a dorma di tubero”.

Si tratta di un fungo raro, difficile da trovare, tanto da renderlo estremamente costoso. Il prezzo, infatti, può arrivare fino a migliaia di euro al chilo.

Il costo tartufo dipende dal fatto che se sono spontanei impiegano tanti anni a crescere. Solitamente si trovano in terreni umidi, abbastanza soffici. Le attrezzature per trovarli costano al trifolau (cercatore di tartufi ndr) molto. Prevedono soprattutto cani addestrati che riescono a riconoscerli con l’olfatto. Un cane adulto, già addestrato, può arrivare a costare, però, più di 2.500 euro, mentre un cucciolo ancora non addestrato costa dai 600 agli 800 euro.

Esistono varie specie di tartufi: neri e bianchi, spontanei o coltivati.

Qual è il tartufo nero più pregiato

Il tartufo nero di Norcia è il più pregiato dei tartufi neri, il suo prezzo si aggira tra gli 800 e i 1.800 euro al chilo. All’inizio per la ricerca del tartufo nero di Norcia, ma anche per altri tipi di tartufi, venivano utilizzati indifferentemente maiali o cani. Anzi. Bisogna evidenziare che i maiali hanno un fiuto anche migliore dei cani nel trovare i tartufi. Esiste il rischio, però, che una volta trovato lo mangino e che distruggano il terreno impedendo la produzione di altri tartufi. Per questi motivi ormai ormai vengono utilizzati solo cani.

Qual è il tartufo più pregiato e più costoso

Il tartufo più pregiato in assoluto, però, è il bianco d’Alba. Questi tartufi bianco prezzo può arrivare anche a 4.000 euro al chilo. Si tratta di un tartufo che necessità di particolari condizioni ambientali per crescere. Ha bisogno di terreni molto umidi e in genere si trova in prossimità di querce, pioppi, salici o noccioli. 

Il tartufo allevato

È possibile allevare tartufi realizzando una tartufaia. Occorrono alcune condizioni. Intanto un terreno friabile, pulito, libero da sassi e la messa a dimora di alberi che siano “micorrizati” che abbiano cioè attaccata alle radici il legame tra spora del tartufo e radice.

Esiste alcuni particolari tipi di tartufo che si coltivano più spesso e che danno buoni risultati. Tra questi ultimi: lo Scorzone, il Nero Pregiato e il Bianchetto.

Quanto costa allevare il tartufo

Per la realizzazione di una tartufaia occorre almeno un ettaro di terreno sul quale vanno piantati circa 400 alberi e si deve procedere a recintare l’area. Una spesa iniziale, escludendo l’appezzamento di terra, che parte da circa 15mila euro.

Il rendimento di una tartufaia è di circa 100 grammi di tartufi per un ettaro di terreno, i tartufi scorzoni prezzo è di 40 euro al chilo. Il guadagno annuale è, quindi, pari a 4mila euro. Occorre però sottolineare che prima che una tartufaia sia produttiva devono trascorrere degli anni, una media di 5/8 anni. Può essere un’attività redditizia seppure bisogna anche mettere in conto che occorre un considerevole lasso temporale affinchè il terreno sia produttivo.

- Advertisment -