Homemondo & LifestyleFrasi sulle nuvole: rosa, bianche, di pioggia

Frasi sulle nuvole: rosa, bianche, di pioggia

Le nuvole sono un fenomeno atmosferico, generato dall’umidità presente nell’aria. Questo vapore acqueo, salendo verso il cielo, si condensa fino trasformarsi in piccole gocce d’acqua sospese nell’aria.

Tuttavia, le nuvole non sono soltanto un evento meteorologico, bensì anche uno stato d’animo. Quante volte ci capita di affermare «ho la testa fra le nuvole» oppure «mi sembra di vivere tra le nuvole»? Qual è il significato di queste espressioni così diffuse?

Poesia sulle nuvole: «il mio paese è fatto di nuvole»

La nuvola come stato d’animo indica quel flusso del nostro tempo interiore, che talvolta scorre in una realtà parallela e altre volte intersecata a quella concreta.

Proviamo a scandagliare questa metafora dell’animo, partendo da uno dei versi più celebri di sempre tra le poesie sulle nuvole:«il mio paese è fatto di nuvole» dello scrittore francese Jules Renard.

Jules Renard, nato in Francia nel 1864, trascorre parte della sua vita tra il borgo paterno di Chitry-les-Mines e Parigi. Proprio nella capitale francese, lo scrittore si dedica appassionatamente agli studi filosofici e letterari, i quali delimitano un periodo di vita intenso e fruttuoso. Infatti, qui Jules presta la sua attività e la sua formazione per le riviste e i caffè letterari più in voga in quel tempo. Si ricorda la sua collaborazione per la testata di rilievo nazionale Le Presse.

Tuttavia, la composizione delle sue opere trae ispirazione dal paesaggio bucolico di Chitry, luogo sempre caro allo scrittore, tanto da diventare suo rifugio dal tumulto parigino quotidiano. Qui, Jules dimora in una piccola casa che affettuosamente chiama “gazebo“. Questo nomignolo sottolinea l’attaccamento al luogo dell’infanzia, che sempre sarà un raggio di sole tra le nuvole.

Piedi per terra e testa fra le nuvole

Chitry rappresenta il barlume di luce che riesce a rischiarare persino il periodo di vita più brutto e più triste per Jules, ovvero la morte del padre Francois e del fratello. Il padre si uccide con un colpo di arma da fuoco, mentre il fratello muore di crepacuore.Il vissuto di Jules Renard è solo una fra i tanti che testimonia l’esigenza umana di accoccolarsi in qualcosa che esuli dalla frenesia e dal ritmo incalzante imposto dai doveri quotidiani. Tutti, che sia per poco o per un tempo maggiore, desideriamo sentirci come nuvole nel cielo. Noi con i nostri piedi siamo ben ancorati alla terraferma, altalenante in molti suoi tratti, ma concreta e sicura. E ciò non impedisce il farsi spazio dentro il nostro cuore di qualcosa che sia alienante, guidato dal nostro timone ineffabile, ossia la mente.

I più belli aforismi sul cielo

La nostra capacità di sentirci sospesi tra cielo e nuvole è alimentata dalla nostra fonte inesauribile d’immaginazione. Essa amplifica o “annulla” la realtà stessa, assecondando così ciò che chiede il cuore. Di seguito, proponiamo alcuni tra i più suggestivi aforismi sulle nuvole.

Tra il cielo e il mare, tutto tace, persino il dolore.

Fammi guardare le nuvole, fammi sognare un po’.

Il mio cuore è fatto di vapore, sospeso su ciò che mi appartiene, ecco come ti proteggo.

Tu sei una nuvola fatta di stelle, sei ovunque anche se non ti vedo, sei sempre con me.

A bordo delle nuvole, ecco come mi piace viaggiare, sempre in prima classe.

Il dolore è una nuvola gonfia, che al cadere della prima goccia, scoppia in un pianto a dirotto.

Sei tu il raggio di sole che scompiglia l’ordine delle nuvole.

Le nuvole non hanno profumo, eppure quelle che mi tengo strette al cuore hanno il profumo dei ricordi che sanno di te.

Ecco, sdraiati accanto a me .. le nuvole vanno in scena come tutti i nostri sogni.

Sono fatta così, ho i piedi aggrappati alle radici, ma con la mente per favore lasciami sognare, io posso abitare solo sulle nuvole.

Scegliere me significa scegliere di vivere a metà tra la terra e il cielo.

- Advertisment -