Homemondo & LifestyleQuanto guadagna una baby sitter? In Italia, in America, in Australia

Quanto guadagna una baby sitter? In Italia, in America, in Australia

Quanto guadagna una baby sitter? Svolgere il lavoro di baby sitter può sembrare quasi divertente a coloro ai quali piace avere a che fare con i bambini. La verità è che dietro questo impegno lavorativo ci sono grandi responsabilità.

Chi accudisce uno o più bambini ha una serie di compiti notevoli da svolgere che non consistono solo nella gestione e nella sorveglianza, ma sono anche relativi alla cura dell’igiene personale dei bimbi, preparazione pasti e attività ricreative.

Difficile stabilire a quanto possa possa essere il costo baby sitter in funzione delle varie responsabilità che le vengono attribuite, dell’esperienza nel settore e anche del numero di bambini che deve seguire.

Quanto guadagna una baby sitter in Italia

Attualmente il costo di una baby sitter Italia si aggira sui 7,77 euro l’ora. E’ una stima media alla quale poi bisogna applicare una serie di variabili. Una baby sitter inesperta, infatti, potrà contare su un guadagno di 6, 20 euro l’ora. Si tratta comunque di una somma base alla quale si aggiungono eventuali altri impegni che vengono richiesti alla babysitter: aiuto nei compiti ad esempio o accompagnare i bambini ad attività sportive e così via.

In Italia esiste poi un vero e proprio prezzario in relazione al corrispettivo di una baby sitter. Se convivente i prezzi baby sitter sono: convivente 12 euro l’ora, se full time 8,50, se part time 6,80 euro e poi senza esperienza, come già detto, 6,20 euro.

Si tratta, quindi, di un lavoro che non consente a chi lo esercita di poter contare su un’entrata sufficiente al fabbisogno di vita.

Quanto guadagna una baby sitter in America

Quanto prende una baby sitter all’ora America? La tariffa si aggira intorno ai 15 euro l’ora o poco più di 2.200 euro al mese. Uno stipendio considerevole, quindi, quello che viene corrisposto negli Usa.

Ma comunque inferiore a quanto viene erogato a Londra che prevede un baby sitter stipendio medio pari a circa 2.700 euro, come a dire oltre 32mila euro l’anno. Senza considerare che generalmente le babysitter inglesi vengono considerate figure professionali alle quali stipulare un contratto a tempo indeterminato, nel qual caso, lo stipendio annuale, evidentemente forfettario, ammonterà a circa 26mila euro l’anno.

Quanto guadagna una baby sitter in Australia

Anche in Australia le baby sitter hanno un guadagno superiore a quello che hanno in Italia, la tariffa oraria baby sitter australiana si aggira sugli 11/12 euro. In Danimarca il prezzo baby sitter sale leggermente arrivando a circa 13 euro l’ora e in Svizzera quasi 16 euro l’ora.

Facendo il punto sulle varie situazioni analizzate si evidenzia che il lavoro da baby sitter sia altamente considerato nella maggior parte dei Paesi. Una considerazione quest’ultima che non sembra valere per l’Italia dove in alcuni casi si registra una tariffa pari quasi alla metà di altre Nazioni o Continenti che consentono a chi la esercita un guadagno sufficiente a una vita dignitosa e soddisfacente.

E allora c’è da chiedersi: Le baby sitter italiane dovrebbero andare a lavorare all’estero per vedersi riconosciuti diritti economici sufficienti a garantire loro un buon livello di retribuzione economica e quindi una qualità della vita adeguata e commisurata all’impegno richiesto nello svolgere un lavoro estremamente delicato e anche di grande responsabilità?

- Advertisment -