Alba la stagione del tartufo parte col convegno

0
65

Tre giorni per celebrare il re delle tavole piemontesi. Ad Alba, in via Cavour 4 (Palazzo Banca d’Alba) e al Castello di Grinzane Cavour nei giorni 22, 23 e 24 settembre si terrà il Convegno Internazionale “Il tartufo tra ‘natura’ e ‘cultura’. Passato, presente e futuro di una risorsa polivalente”. A coordinare i lavori ci sarà un nome autorevole: si tratta di Irma Naso, che presiede il Centro studi CeSA per la storia dell’alimentazione e della cultura materiale. 

Il convegno internazionale è stato organizzato nei giorni di apertura della stagione destinata alla cerca e cavatura del tartufo. Una pratica tradizionale e suggestiva che è valsa l’inserimento che unisce uomini, cani, alberi e territori, di recente inserita dall’Unesco tra i beni culturali immateriali da tutelare. Studiosi e accademici di alto profilo sono stati invitati a tracciare una storia inedita del tartufo, oltre gli stereotipi; e a parlare di prospettive, pratiche, rappresentazioni simboliche, linguaggi, ordinamenti, ricadute economiche intorno al tartufo, a cominciare dal turismo enogastronomico, ma non solo.

Nel corso della manifestazione interveranno autorevoli scienziati che sveleranno i segreti di quel “mondo invisibile sotto di noi”, che vive in simbiosi con le radici di molte piante superiori. Una vita nascosta da salvaguardare e valorizzare nell’ottica della biodiversità, per aumentare la resilienza di boschi e foreste in presenza dei cambiamenti climatici, di eventi estremi e parassiti: perché le relazioni esistenti nella rizosfera sono essenziali per la salute degli alberi, che è a sua volta essenziale per l’equilibrio e il futuro del pianeta. Al di là della sua fruizione a tavola, connotata dalla classica ritualità che contribuisce a esaltarne il mito, il tartufo rappresenta una risorsa poliedrica con aspetti non convenzionali e assai meno conosciuti al di fuori della cerchia degli esperti.

L’accesso alle sedi del Convegno è libero, ma è meglio cautelarsi e riservare un posto iscrivendosi al sito https://centrostudicesa.org/2022/07/22/tartufo/