Homemondo & LifestyleCaffè: proprietà, fa dimagrire, controindicazioni

Caffè: proprietà, fa dimagrire, controindicazioni

Il caffè è senza dubbio una bevanda molto apprezzata, tanto da essere diventata un motivo per incontrarsi con una persona cara, oppure per condividere una piacevole pausa al lavoro con i colleghi.

Ebbene la bevanda dal tipico color ebano è un vero e proprio rituale quotidiano. Bere il caffè durante la giornata è un’usanza tutta italiana, non deve poi mancare una buona compagnia, per condividere in allegria un vero piacere per il palato.

Ma quanto si conoscono realmente gli effetti positivi e negativi sull’organismo? Ecco di seguito un’interessante guida ricca di consigli.

Varietà più pregiate

Quando si parla di caffè viene in mente una piacevole pausa, per ritrovare un buon livello di concentrazione e approfondire i rapporti sociali. Ma quanto si conosce la pianta da cui ha origine un prodotto conosciutissimo come il caffè?

Ebbene vi sono tante varietà, la cui pianta è originaria delle zone tropicali. La coffea arabica è una tipicità dell’Etiopia molto pregiata: i suoi chicchi sono di piccole dimensioni, molto profumati e in grado di dare vita a un caffè aromatico.

Un’altra varietà di ottima qualità e la coffea robusta, i suoi chicchi sono molto piccoli e molto ricchi in caffeina.

Proprietà del caffè

I benefici del caffè sono tanti: la bevanda stimola le facoltà intellettive, come la concentrazione, fondamentale per chi studia o chi lavora. Le virtù di questo prezioso nutraceutico non finiscono.

La bevanda sinonimo di stile di vita italiano, se consumata in quantità moderate, abbassa la frequenza cardiaca, favorisce la digestione e si conferma anche un ottimo antiossidante.

Perchè la bevanda ricca in caffeina dia i suoi buoni effetti, si raccomanda di non assumere troppo caffè. Il fabbisogno giornaliero di non dovrebbe superare i 300 milligrammi: in queste quantità l’alimento stimolante fa tutt’altro che male.

Inoltre tutti conosciamo le proprietà stimolanti del caffè, ma le virtù della tanto apprezzata bevanda non finiscono quì.

L’alimento stimolante, nonchè prodotto fra i più ordinati al bar, avrebbe anche una proprietà dimagrante. Proprio così, il caffè favorirebbe un’azione anoressizzante, grazie alla sua virtù di aumentare il senso di sazietà. Si tenga presente che un caffè amaro contiene solo due calorie.

L’apporto calorico aumenta con l’aggiunta di zucchero – 10 calorie ogni cucchiaino – e con l’aggiunta di latte. Pertanto chi segue una dieta ipocalorica dovrebbe limitare cappuccini e caffè macchiato.

Quanti caffè al giorno?

Come già anticipato nel corso dell’argomentazione, il caffè fa bene se consumato in dosi moderate. Pertanto si consiglia di non bere più di tre tazzine al giorno, per rientrare nei limiti di fabbisogno previsti.

Un eccessivo consumo di caffè potrebbe causare disturbi non indifferenti. Tra gli effetti collaterali caffè si citano la tachicardia, l’ansia e l’insonnia. Si raccomanda altresì di non consumare la bevanda eccitante se si è affetti da alcune patologie.

In particolare si sconsiglia l’assunzione a chi soffre di disturbo gastroesofageo e a chi convive con malattie come l’ipertensione.

- Advertisment -